Dai colori ai numeri: la creatività è intramontabile/Creativity is timeless.

December 10, 2019

Non ci sono dubbi sul fatto che siano stati scritti parecchi articoli e fatte tantissime ricerche nel tentativo di definire che cosa sia la creatività, quali siano le caratteristiche delle persone creative, il peso delle caratteristiche individuali, quanto essa sia influenzata dall’ambiente circostante e in che misura l’essere creativi sia una qualità innata.

Ma alla fin fine, che cos’è questa creatività?

In generale possiamo definire la creatività come espressione di un’energia psichica sana la quale libera dai conflitti dove si puo recuperare la profondità del proprio essere.

Bisogna anche aggiungere che se non si ha un forte carico di emozioni da trasformare creativamente, questo deve in qualche modo essere “evacuato”, altrimenti si può trasformare in aggressività rivolta verso il proprio corpo o in comportamenti antisociali.

Direi che sfogare le proprie energie creando piuttosto che distruggendo, fa proprio bene... a noi in primis!

Quello che diceva Winnicott, una delle figure più importanti nell’ambito della psicologia dello Sviluppo, è molto interessante.

Lui la descrive come "una sorta di colorazione dell’intero atteggiamento verso la realtà, ovvero l’impronta personale che diamo alla realtà e al nostro agire nel mondo”.

In questa breve citazione Winnicott esprime la concretezza e la pragmaticità di un concetto che viene visto come astratto o in esclusiva appartenente agli artisti.  

Vediamo  un’ altra visione che che mi ha suscitato particolare interesse. Poincaré, un matematico illustre, riesce ad applicare un linguaggio diverso per definire la creatività. Per lui è la capacità di unire elementi preesistenti in combinazioni nuove, che siano però utili. L’aspetto più importante per riconoscere il criterio intuitivo e l’utilità della combinazione nuova è “che sia bella”. Naturalmente lui parla di una bellezza in senso di pura eleganza che riesce a danzare armoniosamente, raggiungendo in maniera funzionale lo scopo che è stato prefissato.

Un’altra domanda da porsi è se la creatività è un dono oppure è una capacità che può essere appresa.

Secondo ciò che i nostri beniamini, lo psicologo e il Matematico, sottolineano, sembra proprio che indubbiamente è una capacità che può essere sicuramente allenata.

È certamente innegabile che vi siano persone più portate, ma come la matematica può essere compresa ed applicata con un po’ di studio e d’impegno, così l’approccio creativo si può imparare ed utilizzare al meglio.

 

Non dimentichiamoci che chiunque di noi inventa ogni giorno la propria giornata e cerca soluzioni a problemi quotidiani. 

La creatività si esprime in tutti e per tutti in qualsiasi campo dell’attività umana basta iniziare da qualcosa, qualsiasi cosa per librare quella parte di noi che ha la necessita di esprimersi.

 

Creativity is timeless.

There‘s no doubt that despite the many articles and numerous research carried out in an attempt to define exactly what creativity is, the debate continues as to whether or not it is rooted more in nature or nurture. Let’s now take a look at the characteristics of creative people, the unique traits comprising an individual’s characteristics, and exactly how much of a person’s creativity boils down to the age old question of nature vs. nurture.

Creativity has been generally defined as an expression of healthy psychic energy that, "frees us from conflicts, and a place where we can recover the depth of our being,” For those who do not possess a great deal of emotions from which to trigger creativity, they are often stuck with a need to ‘evacuate’ these latent feelings which can otherwise be turned into aggression directed internally towards one’s body or into otherwise antisocial behavior. 

I would say that venting one’s emotions through creative pathways is optimal as opposed to the destructive alternative. What Winnicott, a preeminent figure in the field of developmental psychology, believed is very interesting.

He describes creativity as a “sort of coloring of the whole attitude towards reality that is the personal imprint we give to reality and our actions in the world”. In this, Winnicott expresses the concreteness and pragmatism of a concept that is typically seen as abstract or exclusive to the artist.

 

Poincare, an illustrious mathematician, gives us another way to look at this complex topic, applying a different language altogether to the dilemma. For him, it is the ability to combine preexisting elements into new, and useful combinations. He states that, the most important aspect in recognizing the intuitive criteria and its usefulness, is the new  combination that bring out its inherent ‘beauty’. Naturally, he speaks of beauty in a pure and elegant sense while managing to ‘dance harmoniously while reaching a functional and purposeful path’

Perhaps another question we should ask is whether or not creativity is a gift or a skill that can be learned over time. Based on what the heroes of this article have posited, it seems that it is clear that creativity is undoubtedly a learned skill, one which can be trained and improved upon over time.

 

Let us not forget how each and every one of us invents our daily tasks, seeks solutions, creates resolutions, often with numerous divergent and creative pathways all the while. Creativity is expressed through each person and in nearly every field and in every human activity. It is enough to start from something…anything, to express this integral part of ourselves and let these expressions soar.      

Please reload

Dai colori ai numeri: la creatività è intramontabile/Creativity is timeless.

December 10, 2019

1/10
Please reload

February 25, 2019

Please reload

© 2014 by Vivi Shenzhen

Logo designed by Marzia Lo Piccolo

Website designed by  Paola Sellitto

Vivi Shenzhen

Business & Lifestyle a Shenzhen

vivishenzhen@yahoo.com

 

 

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now