Intervista sul marito cinese: famiglia e figli-seconda parte/ My Chinese husband: family and kids -second part

January 4, 2017

Seconda parte

 

 

Quanto è presente nella vita familiare? Come un occidentale?

A: Lui non ha il classico orario di lavoro e ha una serie di lavori part-time come per guadagnare qualche soldo in più. Provo a fargli capire che il suo lavoro a casa è molto più importante ma mi risponde che questo modo di pensare appartiene alla cultura occidentale ma non alla sua.

I: Molto. Per fortuna. Anche qui non si può generalizzare, ma direi che è presente quanto lo è stato mio padre e quanto avrei voluto lo fosse.

 

Come educherete i vostri figli? Secondo quale cultura?

A: Ho imparato molto sulla Cina vivendo qui e ciò ha fatto in modo che vedessi l’America in maniera differente. Faremo del nostro meglio nell’insegnare ai nostri figli entrambe le culture soprattutto per evidenziarne le differenze.

I: Cercheremo di trovare un compromesso tra entrambe le culture. Prenderemo il meglio e proveremo a minimizzare i contrasti.

 

 Quali sono gli argomenti su cui voi due avete delle difficoltà a comprendervi e a trovare una soluzione soddisfacente per entrambi?

A: Gia’ nelle coppie americane la questione dell’educazione dei figli è un argomento ostico se poi si aggiunge il fattore della differenza culturale, ciò porta più complicazioni.

La cura dei genitori è un altro argomento spinoso. Sembra che i cinesi siano obbligati a fare tutto per i loro genitori a differenza di padri e madri occidentali che sono totalmente indipendenti.

I: Direi… l’educazione dei figli. Ciascuno di noi è cresciuto con una certa educazione, una forma mentis difficile da rimodellare. Nessuna delle due migliore o peggiore dell’altra ma certamente diversa da farci trovare spesso in contrasto. Bisogna lasciar andare a volte.

 

Com’è la vostra relazione i con i suoceri dopo qualche anno?

A: Non parlo cinese e la comunicazione è impossibile, ma è sorprendente ciò che riusciamo a dirci senza parole. A sua madre piace molto insegnarmi a cucinare e spiegarmi tutto ciò che concerne la cultura cinese. Sono così sorpresa di come la sua famiglia sia cosi' aperta nell’accogliere una straniera tra loro.

I: Penso di comprensione reciproca. Pur riconoscendo l’importanza dei nonni nelle vite dei nostri figli, io e mio marito concordiamo nel fatto nel momento in cui non ci si trova d’accordo tra vecchie e nuove generazioni, debba essere l’interesse del nostro nucleo familiare a prevalere su ogni altra opinione.

 

Quali consigli dareste a una donna che è in procinto di sposare un cinese?

A: All’inizio la differenza cultura può essere entusiasmante, seducente e si può essere facilmente presi dall’eccitamento. Ciò che è molto importante è comprendere che tu non puoi cambiare lui e fai in modo che lui comprenda che non può cambiare te.

I: Fondamentalmente, il punto è sentirsi pronti. Non soltanto perché si tratta di un matrimonio, ma anche perché si tratta di un compromesso di culture. La strada potrebbe essere un po’ più irta di un matrimonio normale, ma non necessariamente. Sarà certamente arricchito da stimoli e nuovi interessi.

 

 

My Chinese husband: family and kids -second part

 

 

How much is he present in the family life? Is he like a western man?

A:He works strange hours and takes on many part time jobs for extra income. I try to tell him that his time at home is worth more than extra income, but he informs me that is a Western idea for the rich.

I: Luckily, a lot. He is there for the family just like my father is, and exactly as much as I would expect.

 

How are you two are going to educate your children? According to which culture?

A:I have learned a lot about China living here that makes me see America in a different light. We want to try our best to expose our children to both cultures and allow them to see the differences. 

I:We’ll try to compromise between both cultures. We’re working together to get the best from our cultures and to minimize the conflicts that are normally there as with any other marriage, I guess. 

 

Which topics do you two have the most difficulty understanding each other and finding a solution that makes both happy?

A:How to raise our children is a difficult topic with American couples, but adding the cultural difference brings even more conflict.

How to care for our parents is also a difficult topic. Chinese seem to be obligated to do everything for their parents while my parents are extremely independent.

I:I would say… the kids’ education. Each of us was raised with a certain education, a foundation that is difficult to be re-shaped. Neither is better of the other, just different. We are learning how to stand for our own opinion in respect to the other, and sometimes, eventually to let it go.

 

 

 How is your relationship with his parents?

A:Communication is very difficult with my limited Chinese.  Surprisingly we can say a lot without words. His mom loves to teach me how to cook and make things. I am surprised how open his family was to inviting a foreigner into their family.

I: I think now it is a kind of mutual understanding. My husband and I agree on the fact that grandparents are crucially important in our children’s life, but we also acknowledge that should there be any conflict or different point of view, it must be our family’s interest to prevail and have the final say.

 

 What advice would you give to a woman who is going to marry a Chinese man?

A:The cultural differences seem new and exciting in the beginning, and it is easy to get caught up in that excitement.  Don’t think that you can change him and make sure he is not expecting you to change either.

I: Basically, the real point is to feel ready. Not only ready for the marriage, but also ready for the idea that you must put your own culture on the table and remix the cards. The path to walk through could be a bit harder than other marriages, but not necessarily. Surely though, it will be full of surprises and extremely rich in terms of emotions and incentives that you will receive with this life experience.

 

 

 

 

 

 

Please reload

Dai colori ai numeri: la creatività è intramontabile/Creativity is timeless.

December 10, 2019

1/10
Please reload

February 25, 2019

Please reload

© 2014 by Vivi Shenzhen

Logo designed by Marzia Lo Piccolo

Website designed by  Paola Sellitto

Vivi Shenzhen

Business & Lifestyle a Shenzhen

vivishenzhen@yahoo.com

 

 

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now