© 2014 by Vivi Shenzhen

Logo designed by Marzia Lo Piccolo

Website designed by  Paola Sellitto

Vivi Shenzhen

Business & Lifestyle a Shenzhen

vivishenzhen@yahoo.com

 

 

Da vedere: un turismo su misura

November 5, 2014

Diciamo la verità, a chi di noi non è mai capitato di incappare in un imbarazzante silenzio in risposta alla domanda ‘Cosa c’è di interessante da vedere a Shenzhen?’

Un mutismo che in realtà non è una mancanza di parole, ma semplicemente un prendere il tempo prima dell’irrimediabile risposta: il Luohu Market!

Ebbene sì, quel palazzone tempio del falso-fatto-meglio-del-vero è proprio il primo e a volte unico approdo della maggiorparte dei turisti che passano qui da Shenzhen.

Ma ci sarà davvero solo quello?

 

Per persone come me qui da diversi anni fortunatamente non lo è più.

Non essendo la frequentazione di mercatini da contrattazione e di luoghi chiassosi ed affollati una delle mie più grandi passioni, ho sempre provato a proporre agli altri e a me stessa luoghi diversi e più rilassanti per intrattenersi in città.

 

Shenzhen non è Roma, non è Pechino o Xi’an. Non ha luoghi memori di una storia millenaria. Ma il fatto stesso di accettare che sia qualcosa di diverso dalle città tradizionalmente turistiche, crea un insperato spiraglio per osservare Shenzhen sotto un’altra prospettiva: quella di una città in pullulante movimento, dove tra tentativi di bizzarra monumentalità e stimolante avanguardia, ognuno è messo nelle condizioni di trovare ciò che cerca per un piacevole soggiorno.

 

E allora, tra una Piazza San Marco senza piccioni a Windows of the World e le ovvie giostrine dell’Happy Valley, ecco far timidamente capolino il villaggio dei pittori di Dafen, l’antica fortezza di Dapeng e le spiaggette nascoste della penisola di Nan’ao.

O ancora, il Lichi Park, oasi di pace e frescura, e la Foresta delle Mangrovie, da percorrere in bici o a piedi per tutta la sua lunghezza fino all’estremità ovest della città, per poi magari visitare l’acquario a Shekou, non senza aver prima preso un caffè giù in piazzetta però.

 

Ci sarebbero ancora diversi altri luoghi da citare, un po’ per tutti i gusti, ed anche per tutte le tasche. Per gli amanti del trekking e per quelli del golf, degli animali e della natura, dell’arte e persino del go-karting. Nominarli tutti sarebbe superfluo o forse troppo soggettivo.

E poi, il bello non sta nel citarli uno ad uno, ma nell’andarli a scoprire

 

Carla Albano

Please reload

Aire: Che cosa è e perché iscriversi

June 27, 2019

1/10
Please reload

February 25, 2019

Please reload

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now